non vi capisco

Non vi capisco quando dal telegiornale mi parlate. Non vi capisco quando mi chiedete di spenzolarmi sul boccascena e di prendere parte alla messinscena. Non vi capisco quando mi raccontate di ragazze uccise due volte, prima dal boa di turno e poi da un chiacchiericcio assordante che, di fatto, svillaneggia la loro prematura dipartita. Non vi capisco quando scrivete di nuovi sviluppi, di nuove ipotesi e di un probabile pentimento dello zio (c’è sempre uno zio), o del testimone oculare che ha deciso di parlare. Non vi capisco quando mi chiedete un pensiero su quello che avete distrutto. Non vi capisco quando affermate che l’acqua è un diritto e non un bene comune. Non vi capisco quando recintate un amico suino, un fratello cavallo e li maltrattate, li offendete nella loro dignità preesistente e solo dopo averlo fatto li immolate per offrire gusto alle vostre papille gustative, decidendo in seguito; la tariffa, la qualità, la scelta. Non vi capisco quando dai talk show dissertate sulla FAO e sui bambini morti, ancora, per fame. Non vi capisco eppure sono italiano. Almeno così m’hanno detto. Comme amma fa?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...